Pocapaglia  (Paucapalea)  Castello  Chiese  Storia  Leggende

 

Francotiba - Collezioni   (collezionismo pubblicitario)           Home Page            Cartoline di Pocapaglia           Blog-Francotiba

Google

 

 

 

 

 

 

Castello e Cappella di Sant’Agostino

 

 

Panorama

 

 

 

 

Panorama

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

 

 

Cenni Storici

 

E’ molto difficile stabilire con esattezza storica quali furono i

primi abitanti delle nostre regioni, certo molti studiosi sono concordi nell’attribuire ai Celti una delle prime presenze.

L’invasione Celtica durò  molti anni anche perché contrastata,

ma alla fine si amalgamò con i Liguri dando origine ad un nuovo popolo chiamato Celto-Ligure.

Dal Linguaggio Celto-Ligure sono rimaste molte parole tuttora usate nel dialetto Piemontese e Ligure.

 

 

Paucapalea

 

Le prime notizie storiche di Paucapalea risalgono al sec. XII e riportano il nome di una Abazia detta di “Breme”.

In seguito il territorio passò alla Mensa Vescovile di Asti.

I primi ad ottenere dal Vescovo di Asti l’Investitura, nel sec. XII furono i nobili che presero il nome dal luogo “De Paucapalea

Ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

 

 

Pocapaglia  (Paucapalea)

Castello, chiese, storia o leggenda de ”  la masca micillina  cartoline e foto

 

 

Pocapaglia Blog Francotiba

 

Pasticcio alla pocapagliese

Villaggio agrituristico Salimau      

Rifiuti in Valle della Sabbia          

Le Rocche

La Masca Micillina

Il Castello                              Beppe Grillo meetup Langa e Roero

Paucapalea                            Meetup Rocche di Pocapaglia

 

 

 

Manifestazioni

fraz. Macellai:  Passione di Gesù  settimana Santa

loc.S.Sebastiano:  Pane Vino e Musica nelle Rocche  fine Maggio

fraz. Macellai:  Festa Patronale  fine Giugno

Valle della Sabbia:  Festa di San Giacomo  fine Luglio

fraz. Saliceto:  Festa del Borgo  fine Luglio

Pocapaglia:  Festa Patronale  fine Agosto

Pocapaglia:  Autunno Musicale  da fine Settembre a metà Ottobre

fraz. America dei Boschi:  Sagra della castagna  inizio Ottobre

Pocapaglia:  Sagra della “Burnia  inizio Dicembre

 

 

Come ci si arriva?

Procedendo sulla statale da Bra verso Alba sulla vostra sinistra, nel Roero, (omonimo dei pregiati vini “Roero” e “Roero Arneis”) troverete Pocapaglia, un tranquillo Paesino a ridosso delle sue fantasmagoriche Rocche e boschi secolari ricchi di selvaggina meta di escursionisti in cerca di paesaggi naturali mozzafiato.

Il Paese si affaccia sulla splendida cornice delle Langhe, terra famosa per i suoi pregiati vini di fama internazionale.

Da alcuni anni sono stati riaperti e resi percorribili parecchi sentieri che consentono di immergersi in questo ambiente naturale dall’aspetto quasi selvaggio.

 

 

Il castello

Già nel lontano 998 un documento dell’Imperatore Ottone III

cita la presenza di questo Castello che dagli abati di Breme

passò poi in proprietà ai Vescovi d’Asti che ne ampliarono

la costruzione

    Il Vescovo Pietro II d’Asti, infeudato dall’Imperatore

Enrico III, lo fortificò maggiormente operando su antiche fondamenta preesistenti.

    I successori del Vescovo Pietro II, agli inizi del 1200

Assegnarono il Castello ed il suo feudo al Conte Corrado Radicati di Coconato e Passerano,  nel 1330 tale famiglia lo cedeva ai Malabayla pure di Asti che dopo breve tempo lo passavano alla ricca Famiglia Falletti di Alba, la quale già da molto tempo aveva dei possedimenti in Pocapaglia.

    Nel secolo XVI, Pocapaglia subiva una violenta devastazione da parte delle truppe francesi alla testa dell’Abate di Staffarla, Ludovico Bollero, gran partigiano di Francia.

    Successivamente i Falletti persero la proprietà che passò nelle mani di Giovanni Battista Cravetta.

    Alla fine del 1500 i Falletti rientrano nuovamente in possesso delle loro proprietà proseguendo i lavori già iniziati.

    Nel 1706 le armate francesi al comando del Duca de la Feullade, dopo aver occupato la zona dell’Albese si riversano anche su Pocapaglia saccheggiando il Paese ed il suo Castello, incendiando una parte dell’edificio.

    Nel 1784 muore il Conte Gaspare Andrea Falletti.

    Il castello intanto dalla sovranità dei Vescovi d’Asti era già passato a quella del Duca Carlo Emanuele I di Savoia e dopo vari altri passaggi, nel 1840 subentra in proprietà al Conte Giuseppe Charrot Borrè de la Chavanne - Savoiardo - che lo occupa fino al 1903.

    Nel 1939 e 1940 ospitò Sua Maestà Re Umberto di Savoia.

Attualmente il Castello è di proprietà privata.

 

 

Chiesa SS. Giorgio e Donato (sede parrocchiale)

Situata in piazza Principessa Maria Pia, risale all’anno 1663 e dopo tre anni si celebrò la prima Messa il 25 Dicembre 1666 pur mancando ancora Sacrestia Coro e Cappelle laterali.

 

 

Cappella di Sant’Agostino

Costruita a ridosso del Castello nel 1700 circa, sorge sul sito di una piu antica chiesa, quella di Santa Maddalena in seguito abbattuta.

 

 

Cappella dell’Immacolata

Situata in via Cavour venne costruita verso la fine del 1700

 

 

Chiesa di San Giusto

Questa antica chiesa che sovrasta il cimitero ormai disadorna e da parecchi anni abbandonata ed in rovina risale ai primi del 1500 e all’epoca serviva pure ad ospitare le salme della Famiglia Falletti.

 

 

Chiesa Madonna del Buon Consiglio

Questa antica chiesa in stile barocco situata in Fraz. Macellai, oggi non più utilizzata risale al 1800.

 

 

Storia o Leggenda?

 

La Masca Micillina

Si narra che, nel lontano 1600, una strana creatura dal corpo deforme e dallo sguardo sinistro di nome Micillina terrorizzava gli abitanti della zona e dei paesi limitrofi con sortilegi maligni.

Detta Masca o strega Micillina nacque a Barolo e maritata a Pocapaglia viveva tra un gruppo di case dell’attuale Bricchetto.

    Con le sue stregonerie riuscì a portare nel terrore l’intera popolazione dopodiché venne arrestata e rinchiusa nelle carceri del castello finche giunse in paese un Padre Inquisitore che col Podestà diedero inizio al processo.

    La strega venne quindi condannata a morire sul rogo, poiché solo il fuoco sacro avrebbe distrutto i suoi influssi nefasti.

 

 

 

 

Versante Nord

 

 

Panorama

 

 

Il Castello

 

 

Le Rocche

 

 

Le Rocche

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

 

Altre foto di Pocapaglia

 

Paucapalea nel roero di fronte alle langhe langa provincia cuneo piemonte alba bra langhe roero Castello Falletti De Braida De Paucapalea castelli chiese storia. leggenda La Masca Micillina.  Chiese Chiesa SS. Giorgio e Donato chiesa dell’Immacolata chiesa del Buon Consiglio chiesa di San Giusto chiesa di Sant’Agostino cappella cappelle

 

Le rocche e  paesaggi naturali tra i boschi e le colline del roero  in provincia  di Cuneo Piemonte

 

Turismo in Langa

Guida turistica ricerca hotel, viaggi, voli e mappe in Italia e nel Mondo

Agriturismi Marche

 

 

 

 

Francotiba - Collezioni

Collezionismo pubblicitario CINZANO MARTINI CAMPARI GANCIA e ferri da stiro

HOME       MAIL